Colesterolo HDL basso: come prevenirlo e regolarlo con la Spirulina

Colesterolo HDL basso: come prevenirlo e regolarlo con la Spirulina

A dispetto di ciò che potrebbe sembrare, avere il colesterolo HDL basso non è un fatto positivo. Quando si parla di colesterolo si pensa subito a qualcosa di negativo e pericoloso, ma non tutti sanno che si tratta di una sostanza essenziale, perché ha un ruolo importante nella formazione delle membrane cellulari e nel benessere dell’organismo umano. 

Nel sangue il colesterolo circola grazie a due lipoproteine, una a bassa densità (LDL) una ad alta densità (HDL). In particolare, il colesterolo HDL è considerato essere il "colesterolo buono" perché aiuta l'organismo a diminuire i livelli di colesterolo totale. Per questo motivo, un livello di HDL basso può essere pericoloso, portando al rischio di sviluppare malattie cardiache o respiratorie.

Ma vediamo insieme come contrastare eventuali carenze di HDL con l’aiuto della Spirulina. Infatti, secondo uno studio pubblicato nel 2016 dall'Accademia dei Georgofili, gli effetti ipolipidemicizzante della Spirulina sono più che efficaci per diminuire il colesterolo LDL, favorendo invece il giusto equilibrio del colesterolo HDL e dei trigliceridi.
 

Colesterolo Buono HDL: cos’è?

Il colesterolo buono, conosciuto come HDL, è composto da lipoproteine ad alta densità che trasportano il colesterolo dalle arterie verso gli organi che se ne servono, indirizzando invece il colesterolo in eccesso verso il fegato, dove verrà poi incorporato ai sali biliari e riversato nell’intestino. 

È facile dunque intuire perché un basso livello di colesterolo buono possa essere dannoso per l’organismo: infatti, l’HDL previene problematiche importanti come ictus e infarto, motivo per cui è necessario monitorare i livelli di colesterolo nel sangue per fare in modo che HDL e LDL non superino mai i livelli massimi raccomandati. 
 

Colesterolo HDL basso sintomi

Se hai il colesterolo HDL basso, i sintomi potrebbero non essere facili da individuare: infatti, la carenza di HDL è normalmente asintomatica. Il metodo migliore per tenere sotto controllo il colesterolo è sicuramente fare le analisi del sangue periodicamente.

Infatti, il colesterolo buono è essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo, poiché svolge numerose funzioni, essendo responsabile dell’integrità fisica delle cellule, oltre ad essere una delle sostanze necessarie alla formazione dei sali biliari, importantissimi per la digestione dei grassi, e della vitamina D, necessaria per il benessere e la mineralizzazione delle ossa. 

Inoltre, il colesterolo è importantissimo anche per la cute: infatti, impedisce l’evaporazione dell’acqua, rendendo la pelle resistente nei confronti di diversi agenti chimici. L' HDL basso è spesso associato all’insorgere di problematiche come la depressione, il cancro o altre malattie respiratorie, anche se non è chiaro se l'ipocolesterolemia sia causa di queste malattie o se si tratta “solo” di una conseguenza.

Ciò che è certo è che, per evitare l’insorgere di tutte queste problematiche, è bene condurre uno stile di vita sano ed equilibrato. Nella fase di prevenzione la Spirulina può essere un grande supporto non solo per quanto riguarda i livelli di colesterolo, ma anche per il corretto funzionamento dell’organismo in generale. 
 

Colesterolo HDL basso, cause possibili

In caso di colesterolo HDL basso, le cause possibili possono essere varie. Prima di parlarne, però, è bene tenere a mente una cosa. Non è aumentando il colesterolo buono che i livelli di LDL nel sangue si abbasseranno.

Le due cose non sono collegate e, anzi, anche livelli troppo alti di HDL potrebbero essere pericolosi, motivo per cui è bene mantenere uno stile di vita sano ed equilibrato in concomitanza di una dieta sana e bilanciata, magari aiutandosi con integratori naturali come la Spirulina. La Spirulina è infatti la microalga per eccellenza, un super food che tra le tante proprietà è in grado anche di regolare i livelli di colesterolo nel corpo.

Ad ogni modo, affinché il colesterolo HDL resti nei parametri, deve rimanere al di sotto dei 40 mg/dl negli uomini e dei 55mg/dl nelle donne. Le cause di bassi livelli di HDL possono essere diverse e tra queste c’è anche la carenza di sonno. È stato dimostrato che le persone che dormono poche ore non solo rischiano l’obesità, ma anche un’irregolarità delle lipoproteine, motivo per cui, nella maggior parte dei casi, chi dorme registra una quantità di HDL minore rispetto a chi dorme il giusto.

Altri fattori che possono diminuire i livelli di HDL sono cattive abitudini e sedentarietà, obesità, fumo, ma anche la menopausa o una dieta troppo ricca di carboidrati. Talvolta, può capitare che anche i medicinali influiscano negativamente sui livelli di HDL, come nel caso di nicotina, diuretici o della pillola anticoncezionale. In alcuni casi, questa mancanza può dipendere anche da patologie in atto come il diabete, l’insufficienza renale o un livello alterato di trigliceridi nel sangue.

Indipendentemente da tutto, nel caso in cui avessi il sospetto di avere dei livelli di HDL bassi, è bene rivolgersi a un medico e fare immediatamente delle analisi del sangue.
 

Colesterolo HDL basso, cosa mangiare

A questo punto, in caso di colesterolo basso, cosa mangiare? La cosa certa è che è bene mantenere uno stile di vita sano ed equilibrato, includendo anche lo sport nella propria quotidianità. 

Per regolare i livelli di colesterolo nel sangue è bene mangiare frutta e verdura, cereali integrali, carni e formaggi magri, yogurt e latte, ma anche frutta secca e alimenti antiossidanti. Inoltre, non bisogna dimenticare la Spirulina, che può diventare una grande alleata per regolare il colesterolo. Infatti, la spirulina, oltre ad essere in grado di diminuire i livelli di colesterolo cattivo, favorisce l'aumento del colesterolo HDL, tenendo inoltre sotto controllo il livello dei trigliceridi.

Inoltre, la spirulina può vantare moltissimi nutrienti tra cui gli acidi grassi Omega 3 e Omega 6, oltre ai 21 amminoacidi presenti in natura, di cui gli otto essenziali. Per questo motivo, la spirulina non solo è indicata agli sportivi e agli atleti, ma anche a chi pratica sport leggero o ha una vita particolarmente sedentaria.
 

Colesterolo HDL basso come aumentarlo

Se vuoi sapere parlando di colesterolo HDL come aumentarlo, sappi che la prima cosa da fare è rivolgersi a un medico il quale, dopo aver analizzato accuratamente i valori di riferimento, saprà valutare eventuali rischi associati o malattie in corso, indicando così la terapia più adeguata.

Sicuramente, il metodo migliore per prevenire qualsiasi patologia legata a una carenza di colesterolo buono è avere una dieta equilibrata con pochi grassi animali e praticare un minimo giornaliero di attività fisica, facendo delle analisi periodiche per monitorare la situazione. Abbinare alla tua dieta la Spirulina sarà una mossa vincente: oltre ad essere un integratore totalmente naturale, la nostra alga preferita è in grado di regolare i livelli di LDL e HDL nell’organismo, favorendone il corretto funzionamento.

Inoltre, è perfetta anche per reintegrare tutte quelle sostante che non si riesce ad assimilare facilmente durante il giorno, magari a causa di qualche sgarro o semplicemente di abitudini alimentari scorrette. La Spirulina contiene infatti vitamine, sali minerali e addirittura gli otto amminoacidi essenziali, ovvero sostanze che il corpo da solo non è in grado di sintetizzare. 

Per il tuo benessere, scegli Alghitaly!