Caratteristiche antinfiammatorie della spirulina

Spirulina proprietà antinfiammatorie

La formazione di cellule cancerogene è dovuta a svariati fattori, sia esterni dell'ambiente sia interni di predisposizione genetica, tuttavia si è riscontrato che sono spesso correlati a processi infiammatori cronici (il 15% dei tumori umani è associato ad infezioni e infiammazioni). Lo stress ossidativo è un processo deleterio che può mediare danni strutturali alle cellule e conseguentemente causare patologie come il cancro e malattie cardiovascolari o neurodegenerative.

Il mutamento permanente dei geni originata dallo stress ossidativo descrive lo stato iniziale della mutagenesi, della carcinogenesi e dell'invecchiamento (Valko et al., 2007).
Molti studi hanno confermato che farmaci anti-infiammatori non steroidei e gli inibitori selettivi di COX-2 possono indurre l'apoptosi in linee cellulari tumorali del colon e di fibroblasti trasformati. COX-2 è coinvolto nella soppressione dell'apoptosi, che è un meccanismo intrinseco di morte cellulare programmata ed è inoltre molto importante per l'eliminazione delle cellule tumorali. La C-PC, presente nella Spirulina, è un naturale inibitore di COX-2 e può controllare il processo infiammatorio causato da questo enzima. La C-PC favorisce inoltre la produzione di ROS in cellule tumorali, questo processo induce il rilascio del citocromo c dai mitocondri e l'attivazione delle caspasi che conducono all'apoptosi cellulare (Pardhasaradhi et al., 2003; Simon et al., 2000).

Come prova dell'induzione dell'apoptosi è stato dimostrato che la C-PC induce il rilascio dai mitocondri del citocromo-c in cellule HeLa. Questo fenomeno è uno dei principali marcatori di apoptosi. Un recente studio ha dimostrato che l'estratto acquoso ottenuto sonicando a caldo Spirulina (Arthrospira) maxima inibisce in modo selettivo la crescita di linee cellulari tumorali umane, mostrando una potenziale attività anti-tumorale contro cellule tumorali dello stomaco, cellule tumorali del fegato (Hep3B), cellule tumorali polmonari, e cellule tumorali del seno (A549). Il meccanismo d'azione di questo estratto è stata attribuito alla capacità di sopprimere l'azione di Bcl-2. Le molecole responsabili di questo effetto sembrano essere i polisaccaridi che sono estratti senza essere degradati con il particolare metodo di estrazione sopraindicato.