Si dice “alga Sbirulina” o “alga Spirulina”? Ecco svelato l’arcano

Si dice “alga Sbirulina” o “alga Spirulina”? Ecco svelato l’arcano
La conoscerai sicuramente anche tu, la mitica alga Sbirulina! Nota sin dall'antichità da popoli della regione tropicale e oggi ritenuta un super alimento per l'altissimo contenuto di principi nutritivi. La sua storia è ricca di fascino, così come riempie di curiosità il suo nome. Ecco, proprio del suo nome ti vogliamo parlare.
 
Tu che sei un appassionato e sei ben attento a quello che scriviamo ti sarai accorto che qualcosa stona. Dì la verità, non ti aspettavi da noi un errore così banale: non è "alga Sbirulina", ma bensì "alga Spirulina"! Ti starai chiedendo: ma allora che senso ha scriverlo? È presto detto.
 
Ogni mese circa 720 persone digitano la parola Sbirulina su Google con l'intento di cercare notizie sulla microalga, mentre sono in 140 a digitare proprio "alga sbirulina". Lo stesso search intent ce l'hanno quelli che digitano "erba sbirulina", ma questi sono in pochi (per fortuna): meno di dieci al mese.
 
Insomma "alga sbirulina" o "alga spirulina"? Ovviamente alga Spirulina è la risposta esatta. Ringraziamo Google e le sue ricerche correlate, che fanno vincere sempre l'intento di ricerca sulla realtà. Devi sapere che Google aiuta le persone a trovare quello che vogliono cercare offrendo sempre risultati pertinenti all’intento di ricerca: questo perché molto spesso le persone non sanno esattamente cosa stanno cercando, ricordandosi, magari, l’assonanza con una parola più famosa. In questo caso la parola Spirulina ricorda a molti il famoso personaggio inventato da Sandra Mondaini: Sbirulino.


Alga Spirulina: perché si chiama così?

La microalga Spirulina ha un nome scientifico esatto: si chiama, infatti, Arthrospira platensis, ma solo da poco si chiama anche Spirulina platensis. Spirulina appartiene alla classe dei Cianobatteri ed è ritenuta erroneamente una alga azzurra, quando invece si tratta di una microalga in quanto organismo monocellulare. È famosa per due motivi.
 
Il primo motivo si riferisce al suo contenuto. Spirulina ha una sola cellula al suo interno, ma è in grado di sintetizzare una quantità enorme di elementi nutritivi quali proteine vegetali nobili (rarissimo caso di proteine del mondo vegetale che possiedono tutti e 21 gli amminoacidi presenti in natura), sali minerali, vitamine e la maggior parte degli oligoelementi. Le proteine soprattutto: il 70% del peso secco di Spirulina è composto da proteine. Inoltre possiede valori sbalorditivi di betacarotene: 10 volte più della carota a parità di massa. Spirulina è ritenuta il cibo del futuro e infatti viene utilizzata per integrare l’alimentazione degli astronauti.
 
Il secondo motivo per cui Spirulina è famosa è la sua forma. Motivo che porta al perché si chiama così: questa microalga ha infatti una forma di spirale. Da qui il suo nome Spirulina. Cosa che, ovviamente, i popoli antichi non potevano sapere, vista la mancanza di microscopi per osservarla. Ecco perché in tempi moderni si è deciso di trovare a questo ciano batterio un nome più simpatico.
 
Storicamente Spirulina era una fonte primaria di nutrimento per gli Aztechi e per molte altre popolazioni dell’America Centrale, come i Maya che la denominavano "cibo degli dei". Questo fino al XVI secolo, soprattutto attorno al lago di Texcoco in Messico. Oggi questa zona si sta prosciugando, portando via le prove storiche sul suo uso quotidiano di questi antichi popoli. Quello che si sa, però, è che è proprio qui che è nato il primo stabilimento di produzione di Spirulina, gestito da Sosa Texcoco, nei primi anni Settanta.