Alghitaly ad Algae Show: da Cibo degli Dei a Cibo del Futuro

Il 27 ottobre Alghitaly ha presenziato ad Algae Show, importante evento a Milano completamente dedicato alle alghe, alle loro proprietà benefiche sia in campo alimentare che cosmetico.  Durante il mattino Alghitaly ha parlato di Spirulina alla conferenza “Da Cibo degli Dei a Cibo del Futuro” inserita nel ciclo “Cibo e salute: le alghe nell’alimentazione come fonte di benessere”, riscuotendo davvero molto interesse.

Spirulina, infatti, è un super-alimento che ha viaggiato nei secoli, o forse addirittura nei millenni, conosciuto già dagli Aztechi nel XIV secolo fino a diventare oggi un importante integratore alimentare per sportivi e, addirittura, astronauti.

"Il grande potenziale di promozione del benessere e di sostegno per la salute di Spirulina sta tutto nella sua storia – ha detto Matteo Castioni, responsabile scientifico di Alghitaly, durante la conferenza -. Per gli antichi Aztechi era un alimento e un farmaco importante, e la raccoglievano nei laghi Texoco, nell’attuale Messico. Oggi rientra nei programmi di alimentazione degli astronauti sia della NASA che dell'ESA (l’Ente Spaziale Europeo). È indubbio, quindi, come Spirulina stia man mano acquisendo sempre più interesse e importanza scientifica”.

“Il sistema classico di coltivazione di Spirulina diffuso in tutto il mondo è in vasche aperte: un po’ come accadeva ai tempi degli Aztechi quando la microalga veniva coltivata nel gruppo di laghi Texoco – afferma Francesco Campostrini, presidente di Alghitaly -. All’interno di questi laghi aperti cresceva Spirulina, ma sempre col rischio dell’azione di agenti inquinanti compromettendone la qualità, sia allora nei laghi in Messico che oggi nelle coltivazioni in vasche aperte. Il nuovo sistema di coltivazione con i fotobioreattori che abbiamo brevettato, invece, ci consente di coltivare Spirulina di elevatissima qualità e purezza. E il gusto al palato è senza alcun dubbio migliore rispetto alla Spirulina coltivata in vasche aperte: i numerosi assaggiatori entusiasti al nostro stand lo hanno senza alcun dubbio dimostrato”.